Lavoro di squadra

Mercoledì 12. Guardo l’ora: 8 e 40. È tardissimo. Mi tiro su dal letto, faccio colazione con l’imbuto, mi vesto e scendo. Fortunatamente ho la fermata dell’autobus sotto casa. Il tabellone elettronico mi concede altri 4 minuti, decido così di prendermi un caffè per provare a svegliarmi realmente.

Arrivo al corso di portoghese 15 minuti in ritardo, fortunatamente non siamo in Norvegia e il professore non mi dice niente.
Questa è la terza giornata piena consecutiva della settimana: 930am-1230am corso di lingua e  3pm-7pm  il simpatico Sociology of the Family and the Parenthood. Negli ultimi due giorni avrò dormito sì e no dieci ore e faccio fatica a seguire. Stasera vado a letto presto, me lo riprometto.

Prendo la metro a Saldanha, solo due fermate sulla gialla fino a Entre Campos. Da lì all’Iscte, la mia università, sono cinque minuti a piedi. Decido di provare una delle mensa che non ho ancora provato: stessa robaccia, nihil sub sole novum.

Le 3pm si avvicinano e io non ho ancora ben deciso come impostare la mia presentazione sul seguente interessantissimo argomento: Becoming a mother in a neoliberal and multicultural Western society: the UK. Non ne avrò il tempo.

La prof. è svedese: alle tre in punto sono seduto in classe. A parte una svedese e una yankee, anche gli altri mi confessano che non sanno bene cosa andranno a dire da lì a poco. Scopro che la mia vicina di banco olandese ha scelto il mio stesso argomento. Le chiedo di unire le forze e di dividerci il lavoro. Dopo un’ora arriva il nostro turno: io imposto una linea cronologica alla lavagna, stilizzo mamma papà e figli, mentre Eline espone. Poi ci diamo il cambio. Nel complesso parliamo per circa di 15 minuti, meno dei precedenti espositori ma la prof. pare soddisfatta. Vola anche un “great couple” dalle retrovie, insomma cose a caso.

Fino alla sette è ancora lunga ma la parte peggiore è passata. Ora posso tornare a giocare ad Angry Words in pace.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...