Un po’ di burocrazia qua?

Sono qui in Rua Hugo Dantola 95, sede della Polícia Federal, per iscrivermi al Registro Nacional de Estrangeiro.

Breve parentesi. Per ottenere il visto d’entrata in Brasile ho dovuto presentare, tra le varie cose, la dichiarazione dei redditi di mio padre, casellario giudiziario e carichi pendenti nulli (e allora gli esami del sangue?). Pagare delle marche da bollo a caso, fare delle file, insomma, it’s bureocracy baby.

Dicevo, comunque, qui alla Polícia Federal c’è un po’ di tutto, richiedenti asilo, persone svenute a terra e visi segnati dalle intemperie (ma non solo da quelle, va detto).

Mi preme sottolineare che mi hanno preso le impronte digitali di tutte la dita (non credo le abbiano neanche in Italia, per dire) e ricordato con durezza di prenotare un volo per uscire dal paese entro la scadenza del visto. Rispondo che ce l’ho già, il volo di ritorno. Vorrei aggiungere un “stai serena” alla poliziotta, e che non ho intenzione di intrattenermi inoltre, non siete mica il Maryland, cristiddio. #políciaficatranquila

BONUS TRACK: durante il controllo dei documenti che avevo presentato, la signorina in divisa comincia a ripetere il numero 122. Più precisamente: “Então 122!”. Lo dice almeno cinque volte. Io non capisco. Le chiedo di spiegarsi. Viene fuori che mi vuole dire che il mio visto scade il 22 gennaio, 22/1. Vabbeh, vale tutto, penso a voce alta. 

Mi alzo, auguro buon lavoro, e me ne vado.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...